Occhi più energici e riposati con il metodo Bates

Occhi più energici e riposati con il metodo Bates

da | Apr 20, 2021 | Eventi, Uncategorized | 0 commenti

Occhi più energici e riposati con il metodo Bates

E se la vista umana fosse molto di più di una funzione meccanica o ottica? Se fosse anche un processo energetico? Il processo o azione del  vedere in effetti richiede energia, energia visiva. Il suo livello oscilla e quando manca ci sentiamo stanchi e depressi.

Che cos’è e da dove viene questa energia e come ce ne appropriamo?

L’energia visiva si origina dentro i nostri occhi, nasce nei fotorecettori della retina chiamati coni e  bastoncelli, ne abbiamo circa 300 milioni , che sono cellule dotate di un  pigmento colorato e liquido, sensibile alla luce  al colore e all’oscurità. La luce  viene quindi ricevuta, trasformata e inviata come informazione dal nervo ottico al cervello.  Perciò necessitiamo di luce così come di oscurità per attivare un processo interno di invio di impulsi che raggiungono varie parti del cervello, fra cui l’ipotalamo, le ghiandole pituitaria e pineale che controllano il metabolismo. Abbiamo bisogno di un’equilibrata alternanza di luce e buio, giorno e notte per stimolare la sensibilità della retina , favorire la circolazione sanguigna e regolare molte funzioni vitali. L’iniziatore di questo processo è il soggetto che guarda e che accende il suo interesse verso il mondo partendo da una motivazione interna, pensiero sensazione emozione , che lo muove ad esplorare attraverso l’esperienza sensoriale. Si può dunque affermare  che la qualità della nostra visione è in continua trasformazione, che non è possibile vedere sempre nello stesso modo in quanto cambia continuamente lo stato energetico.Tuttavia possiamo diventare abili osservatori di quanto ci succede e adottare alcune strategie.

Capita di avvertire stanchezza e in particolare di sentirla molto negli occhi.

Facciamo tutto con sforzo e svogliatezza e non riuscendo a concentrarci finiamo per innervosirci fino a lamentare qualche fastidio fisico  e diventare anche irascibili… una cascata di conseguenze che coinvolge anche la vista. Fisiologicamente ci troviamo in uno stato di contrazione e di stress, in cui gli occhi possono soffrire bruciori, abbassamenti momentanei, debolezza .
Come possiamo rafforzare questa energia visiva ? Similmente ad altri organi, la buona salute degli occhi dipende da numerosi fattori.  L’organo visivo ha due aspetti, uno visibile fisico e uno non visibile energetico, se uno di questi si altera anche l’altro perderà il suo equilibrio. Il fisico segnala un sintomo che è l’espressione manifesta di un alterazione interna, energetica. Quindi si tratta di verificare quest’ultima , sostenerla attraverso un’azione che ristabilisca condizioni di fluidità e scorrimento di tale energia.  L’azione può essere condotta in due modi: migliorare le condizioni interne attraverso trattamenti e metodiche che riattivino il processo fisiologico di riequilibrio; osservare le circostanze ambientali e i comportamenti per modificarli o armonizzarli secondo necessità. Fra le tecniche che favoriscono quest’azione, il metodo Bates è sicuramente il più indicato.

Per esempio come ci sentiamo quando trascorriamo alcune ore al computer?

La luce che riceviamo dallo schermo trasmette onde di  bassa qualità , avvertiamo rigidità nel collo irrigidito e nel corpo costretto in una posizione statica e nella maggior parte dei casi disfunzionale,  il livello del nostro respiro è appena sufficiente per mantenerci in vita… Allora facciamo quest’azione: chiudiamo gli occhi e poniamo i palmi delle mani sopra di essi. Immaginiamo di sdraiarci su un prato di erba verdissima puntinata di margherite bianche con un tiepido sole che scalda e rilassa le nostre palpebre …. ci allunghiamo goduriosamente  e sospiriamo… l’aria profuma di fiori e battendo le palpebre alterniamo pezzi di cielo azzurro a nuvole bianchissime… Restiamo qualche minuto con queste immagini. Ora togliamo le mani ed apriamo gli occhi. Verifichiamo se la visione è cambiata, percepiamo che i colori nella stanza sono più vivaci?

il Metodo Bates

Ho appena accennato a un  brevissimo Palming, una pratica del metodo Bates per  rilasciare la tensione mentale attraverso l’uso di memoria ed immaginazione. Questo è un piccolo esempio di come iniziare a rafforzare la nostra energia visiva, partendo dall’interno. Scegliendo un percorso di consapevolezza visiva, diventa concreta la  possibilità di alzare questa vibrazione a vantaggio dei propri occhi e della propria salute.
Insomma, se ultimamente ti sei accorto che leggere i messaggi sul cellulare è diventata un’impresa e che gli occhiali non ti bastano,  potresti farti questa domanda prima di acquistare i primi occhiali alla cassa del supermercato…sì, quelli che immediatamente ti risolvono tutto quel fastidio! Come va con la tua energia visiva? Puoi sempre fare un controllo della vista ed eventualmente  cambiare le lenti ( da un ottico però) oppure  scegliere di fermarti a guardare dove sei con la tua vita e con i tuoi occhi.

 

 

 

 

 

Ciao, sono Stefania, la mente e il corpo che c’è dietro a Visuàlia. Ti do il benvenuto nel mio blog, qui troverai articoli interessanti relativi al benessere visivo e fisico. Troverai storie, articoli dedicati ai percorsi che offro e gli eventi in programma.

TI POTREBBE INTERESSARE…

MANTIENI LA TUA VISTA SANA

MANTIENI LA TUA VISTA SANA

5-6 SETTEMBRE 2020 Country House Le Calvie, Camerino.   Un seminario dedicato a chi trascorre molte ore al...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *